Microplastiche e salute umana

Microplastiche e salute umana

I potenziali pericoli associati alle microplastiche presenti nell’acqua

È “urgente il bisogno di sapere di più sull’impatto delle microplastiche sulla salute umana”. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), nel suo recente rapporto “Microplastics in Drinking Water“, lancia l’allarme sui pericoli connessi alla presenza di microplastiche nell’acqua del rubinetto, in quella imbottigliata e in quella di sorgente. “I potenziali pericoli associati alle microplastiche presenti nell’acqua potabile sono di tipo fisico (collegato al loro accumulo) e chimico (collegato alla loro tossicità), ma vi è anche la possibilità che possano essere veicolo per l’ingestione di microbi patogeni”, si sottolinea nell’appello dell’Oms.

Microplastiche e salute umana

Possiamo tutelare la nostra salute dai pericoli associati alle microplastiche ?

Che fare, dunque, in attesa che la ricerca affronti con rigore scientifico tali incognite e proponga valide soluzioni? Possiamo tutelare la nostra salute e prevenire qualsiasi rischio per il nostro organismo affidandoci ai depuratori d’acqua domestici di Biosalus Italia. Grazie al principio dell’osmosi inversa, gli erogatori d’acqua Biosalus garantiscono una corretta purificazione, trattenendo fino al 99% degli agenti inquinanti: dai metalli pesanti ai batteri. E finanche le microplastiche.

Con i suoi depuratori d’acqua – disponibili per uso domestico, per le comunità, per aziende, uffici e palestre, per bar, ristoranti e hotel – Biosalus Italia contribuisce quotidianamente a realizzare il Goal 6 nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, documento delle Nazioni Unite, che pone fra le 17 priorità per il Pianeta “Acqua Pulita e Servizi Igienico-sanitari” per “Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sara pubblicato.