Purificatore d’aria: perché è utile negli studi medici

Purificatore d’aria: perché è utile negli studi medici

Respirare aria salubre è un requisito essenziale per la nostra vita. Ciò diventa ancor più importante in ambito sanitario. Studi dentistici, ambulatori medici, ospedali e tutti gli altri ambienti di questo tipo, infatti, richiedono elevati standard di igiene e pulizia, al fine di eliminare i rischi rappresentati da batteri, virus e altri agenti pericolosi per la salute.

Per questo, depurare l’aria all’interno di luoghi frequentati da una grande quantità di persone, per molte ore della giornata, è senz’altro una pratica necessaria e importante. Vediamo, dunque, quali sono i benefici di utilizzare un purificatore d’aria in studi medici e strutture sanitarie, per poi esaminarli nel dettaglio uno per uno.

Quali sono i benefici di utilizzare un purificatore d’aria ?

– Garantire la massima igienizzazione degli ambienti

– Proteggere la salute del personale sanitario

– Ridurre dagli effetti dei prodotti chimici utilizzati

– Contribuire al rispetto delle norme sulla tutela della salute e della sicurezza

– Favorire maggiore comfort ai pazienti

Usare un purificatore d’aria per garantire la massima igienizzazione degli ambienti

Quando si parla di qualità dell’aria indoor le strutture sanitarie e gli studi medici sono più che mai oggetto di grande attenzione. Si tratta di ambienti dinamici e complessi, costantemente monitorati non solo per la presenza di pazienti con patologie particolari, ma anche per tutelare il personale. Per rispettare gli standard richiesti occorre, prima di tutto, un’igienizzazione frequente.

In questo discorso rientra, naturalmente, la salubrità dell’aria interna, che dovrà essere ventilata, riscaldata e condizionata nel modo corretto.

La soluzione? Dotarsi di un purificatore d’aria in ambienti sanitari riduce in modo sicuro la presenza divirus e batteri, ma anche di particelle di polvere. Ecco perché in Cina, a Wuhan, il Raytheon Mountain Hospital ha dotato i propri ambienti di circa cento purificatori d’aria Ozner, al fine di garantire la massima sicurezza e ridurre il rischio di contagio in caso di infezioni.

Usare un purificatore d’aria per proteggere la salute del personale sanitario

La sicurezza all’interno di studi medici e ambienti sanitari, in generale, non riguarda solo i pazienti. Il personale medico e infermieristico, infatti, è ancora più esposto al rischio di tipo biologico, legato cioè all’esposizione a microrganismi, endoparassiti umani e vettori virali.

L’utilizzo di dispositivi di sicurezza è il primo passo per proteggersi, ma di sicuro l’attenzione alla qualità dell’aria e ai rischi dell’inquinamento indoor giocano un ruolo importante per la salute di tutti i soggetti coinvolti.

Usare un purificatore d’aria per ridurre gli effetti dei prodotti chimici utilizzati per la pulizia degli ambienti

Capita spesso, quando entriamo in uno studio medico, di sentire un forte odore di prodotti chimici. Ciò ci rassicura e ci fa pensare a un alto livello di igiene. Ma c’è un altro aspetto di cui dobbiamo tenere conto: si tratta di sostanze chimiche che possono essere nocive per il nostro organismo. Molti dei prodotti impiegati nelle operazioni di pulizia e disinfezione comportano la concentrazione indoor di alcuni contaminanti, come nel caso della formaldeide.

Il costante ricambio d’aria può essere utile, ma un purificatore d’aria professionale come Ozner Biosalus consente di eliminare questa e altre sostanze pericolose (come particolati PM2.5, PM0.3, benzene, e altri gas chimici nocivi) fino al 99,9%. Ciò garantisce il benessere del personale (maggiormente esposto a queste sostanze), e dei pazienti, specie per i soggetti più vulnerabili.

Usare un purificatore d’aria per contribuire al rispetto delle norme sulla tutela della salute e della sicurezza

Come tutte le aziende, anche le strutture sanitarie e gli studi medici sono chiamati a rispettare la normativa che riguarda i luoghi di lavoro. Oltre ad evitare correnti d’aria e umidità all’interno di questi luoghi, è prevista la predisposizione di un idoneo impianto di aerazione per consentire il corretto ricambio d’aria e la massima qualità della stessa, sotto il profilo chimico e biologico. A tale scopo, dovrà essere effettuata una costante manutenzione degli impianti di ventilazione e condizionamento, con la relativa disinfezione e sostituzione dei filtri.

Con il purificatore d’aria Ozner e il suo innovativo sistema di filtrazione circolare a 360°, è possibile aumentare di circa l’80% la superficie di filtrazione rispetto ai filtri tradizionali. Ozner, infatti, è dotato di uno speciale filtro a tre strati: il primo è quello antibatterico, che elimina particelle di polvere, polline, virus e batteri. C’è poi un secondo filtro, in grado di abbattere le polveri sottili (PM0.3 e PM2.5) e il terzo che si occupa delle sostanze nocive, esaminate in precedenza.

Usare un purificatore d’aria per favorire il comfort dei pazienti

Abbiamo visto come un purificatore d’aria sia un dispositivo utile per rendere più vivibili gli ambienti, in particolare quelli sanitari. Sappiamo bene che, soprattutto in inverno, gli studi medici diventano luoghi piuttosto frequentati a causa dell’aumento dei casi di influenza e altri disturbi stagionali. La presenza di un purificatore d’aria è ancora più utile, a tal proposito, per tenere sotto controllo la qualità dell’aria e assicurare benessere e sicurezza ai pazienti, specie a chi soffre di patologie asmatiche e allergie.

Il purificatore d’aria Ozner è la soluzione ideale non solo all’interno di ambulatori e studi medici ma anche in casa e in ufficio, perché favorisce un corretto ricircolo d’aria nell’ambiente e una protezione completa.

Insomma, con Ozner la sicurezza e la salute hanno sempre un posto di riguardo, approfondisci l’argomento, qui Purificatore d’aria contro virus, batteri e polveri