Perché dotarsi di un purificatore d’aria nelle attività commerciali

Perché dotarsi di un purificatore d’aria nelle attività commerciali

In questo periodo molto delicato non solo dal punto di vista economico, i negozi e le attività commerciali rientrano in quelle categorie chiamate a prestare la massima attenzione alla qualità dell’aria indoor.

Non è difficile intuirne il motivo: si tratta di luoghi in cui è difficile mantenere la distanza di sicurezza e garantire la massima qualità dell’aria. Pensiamo, poi, ai negozi che si trovano all’interno dei centri commerciali, che solitamente non sono dotati di finestre. In questi casi la soluzione può essere l’utilizzo di un purificatore d’aria. Ecco le ragioni per cui si tratta di una scelta ottimale:

Favorire il ricambio dell’aria;

Difendersi dagli agenti inquinanti;

Eliminare germi, virus e batteri in ambienti frequentati;

Garantire la salute dei lavoratori e dei clienti;

Rispettare le normative previste per le aziende.

Favorire il ricambio dell’aria nelle attività commerciali

Le attività commerciali sono luoghi frequentati da un gran numero di persone. Nel caso, poi, di gallerie e ipermercati, oltre ai dipendenti e ai clienti, bisogna contare anche i lavoratori a servizio delle parti comuni della struttura (addetti alle pulizie, all’impiantistica, ecc.). Tutti respirano la stessa aria: pertanto è importante che venga correttamente purificata attraverso un impianto efficiente e in buono stato. Si tratta, infatti, di ambienti chiusi che non sempre possono essere sottoposti al ricambio dell’aria attraverso le finestre. Per questo si utilizzano impianti che devono essere soggetti a costante manutenzione, cambio dei filtri e periodiche analisi. Dotarsi di un purificatore d’ariaprofessionale come Ionisalus di Biosalus Italia può semplificare notevolmente la gestione di questi aspetti, grazie all’efficace sistema di filtraggio in 4 fasi, in grado di catturare polveri e sostanze nocive in ambienti estesi (fino a 101,9 mq).

Difendersi dagli agenti inquinanti con un purificatore d’aria

Ma quali possono essere gli elementi dannosi per la nostra salute, per quanto riguarda l’aria nelle attività commerciali? Sicuramente parliamo di polveri, gas e contaminanti microbiologici. Esaminiamoli nel dettaglio:

  • Polveri: le piccole particelle disperse nell’aria sono invisibili. Per questo, non basta la pulizia delle superfici per eliminarle del tutto;
  • Gas e anidride carbonica: all’aumentare del numero di persone presenti in un ambiente chiuso, si verifica il progressivo deterioramento della qualità dell’aria (aria viziata). Tra i gas indicatori della qualità dell’aria c’è l’anidride carbonica (CO2);
  • Contaminanti microbiologici: un altro rischio è dato da batteri e virus. La loro presenza e diffusione può dipendere anche dall’impianto di areazione utilizzato e dal suo stato di pulizia.

Per difendersi da queste minacce, poter contare su un depuratore che rileva anche la qualità dell’aria negli ambienti può rivelarsi la soluzione ottimale.

Il purificatore d’aria nelle attività commerciali elimina germi, virus e batteri

L’emergenza COVID-19 ha reso necessaria una maggiore attenzione alla purificazione dell’aria negli ambienti chiusi, per ridurre il rischio di trasmissione degli agenti nocivi come germi, virus e batteri.

Numerosi studi scientifici evidenziano che l’aria che respiriamo è un veicolo per diversi agenti patogeni. Come sottolinea l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ciò avviene a causa delle polveri sottili, che trasportano virus e batteri e sono tra le principali cause dell’insorgere di malattie respiratorie. La scelta del purificatore d’aria in attività commerciali, per questo, deve ricadere su un dispositivo di alta qualità, conforme agli standard più recenti.

Garantire la salute dei lavoratori e dei clienti con il purificatore d’aria

Lavorare per molte ore della giornata in ambienti chiusi vuol dire essere esposti a diversi elementi che possono diventare serbatoi di sostanze nocive: la qualità dei materiali da costruzione e degli arredi, gli odori generati da detersivi e profumi, la presenza di polvere e così via, sono fattori di rischio per il personale delle attività commerciali, così come per i clienti.

Dotarsi di un purificatore d’aria permette di assorbire le sostanze pericolose ed eliminare i rischi dell’inquinamento indoor, per garantire il benessere e la serenità di tutti.

Purificatore d’aria per rispettare le normative sulla sicurezza nelle attività commerciali

L’ultimo aspetto, non meno importante dei precedenti, riguarda il rispetto delle Norme generali per l’igiene nei luoghi di lavoro stabilite dal Ministero della Salute. Tra queste, la necessità di garantire aria salubre all’interno degli spazi lavorativi occupa un posto di rilievo.

Con un purificatore d’aria professionale Ionisalus Biosalus è possibile rispondere a queste esigenze, eliminando fino al 99,9% delle sostanze nocive (formaldeide, benzene, particolati PM2.5, PM0.3) e materiale biologico, come batteri, virus e pollini (per proteggere i soggetti allergici). Il purificatore d’aria Ionisalus, con il suo design minimal ed elegante e la sua rivoluzionaria tecnologia, è la soluzione ideale per dipendenti e clienti delle attività commerciali: un acquisto sicuro ed efficace per migliorare la qualità dell’aria, favorendone il ricambio costante, nel pieno rispetto dell’ambiente.

Scopri anche i benefici di utilizzare un purificatore d’aria in ufficio o negli studi medici.

SCOPRI IL PURIFICATORE D’ARIA PROFESSIONALE IONISALUS E I SUOI BENEFICI