“Biosalus Academy: a lezione di salute”

“Biosalus Academy: a lezione di salute”

La società leader nella depurazione domestica dell’acqua inve-ste nelle formazione del personale

Domenica 13 ottobre 2019, dalle 10:00 alle 14:00

Biosalus, via Solarino, 5 – BARI

“È importante, quando si svolge un lavoro, conoscere le conse-guenze della propria attività; sapere che il proprio operato ha un valore reale, concreto, che difende e promuove la salute della gente, crea una marcia in più nello svolgimento del proprio la-voro. Sono convinto che la formazione e la consapevolezza dell’utilità del proprio ruolo possano fare la differenza per qual-siasi professionista”.

Lo afferma il dottor Claudio Pagliara, oncologo italiano di fama e cancer-coacher, al quale la Biosalus Italia, azienda leader nel settore della depurazione domestica dell’acqua e dell’aria, ha affidato la conduzione del primo evento formativo della “Biosa-lus Academy”, che si svolgerà domenica 13 ottobre 2019 nella sede centrale di Bari, in via Solarino 5. Con questa iniziativa, Biosalus Italia dà il via ad un programma di formazione conti-nua per fornire ai propri consulenti un percorso di avvicinamen-to alle tematiche della salute e del benessere.

“Quando parliamo di depurazione domestica dell’acqua non parliamo dell’acquisto di un qualsiasi elettrodomestico, ma di uno strumento utile alla salute. Un recente studio svolto negli Stati Uniti, comparso su un’importante rivista scientifica, dopo aver analizzato l’acqua potabile di 48.363 comunità negli USA, ha scoperto che contiene inquinanti tossici e cancerogeni re-sponsabili di un rischio cumulativo stimato di 100 mila nuovi casi di tumori.”

In base alla sua esperienza di oncologo, quale acqua do-vremmo bere?

“Purtroppo dipende dal luogo di origine dell’acqua: se da rubi-netto, dipende dalle condizioni delle tubature, dall’acquedotto fino al rubinetto; se l’acqua è imbottigliata, dipende se è in vetro o in plastica, eccetera. Perché non dobbiamo dimenticare che l’acqua ha una sua origine, un suo percorso, una sua storia. L’acqua è un solvente che trascina con sé moltissime delle so-stanze che incontra lungo il suo percorso. Inoltre, secondo me è innegabile che la normativa sia carente in merito alla quantità e alla qualità delle analisi che si effettuano per garantire la po-tabilità dell’acqua”.

Potrebbe essere più specifico? Quali sono le sostanze con-tenute nell’acqua che mettono a rischio la nostra salute?

“I nemici della nostra salute possono essere tanti. L’acqua, pro-prio per la sua funzione di solvente permette di veicolare all’interno dell’organismo tantissime sostanze nocive. L’acqua quando è pura diventa fonte di vita e di salute, quando è con-taminata diventa fonte di malattie. L’acqua che arriva nelle no-stre case, nonostante le analisi di potabilità, potrebbe essere un veicolo di inquinanti tossici ed anche cancerogeni, in grado di provocare effetti a lungo termine favorendo la nascita di malat-tie cronico-degenerative, compreso il cancro. Se parliamo dell’acqua in commercio nelle bottiglie di plastica, bottiglie in Pet (Polietilene teraftalato), dobbiamo necessariamente dire che queste possono rilasciare nell’acqua, in funzione della tem-peratura e del tempo di imbottigliamento, una serie di sostanze tossiche: antimonio, Bisfenolo A, Ftalati, formaldeide ed acetal-deide (queste due ultime sostanze sono state classificate dallo IARC – Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro – come cancerogene certe per l’uomo)”.

Come ci si dovrebbe orientare, dunque?

“Dobbiamo ricordarci che siamo composti per la maggior parte, di media il 70%, di acqua. L’acqua, pertanto, è l’alimento più importante per l’essere umano. Qualunque funzione del nostro organismo dipende, direttamente od indirettamente, dalla giusta

presenza di acqua. Ogni reazione metabolica che permette la vita delle nostre cellule avviene nell’acqua. Altre funzioni parti-colarmente importanti sono la termoregolazione (basta pensare alla sudorazione), la circolazione (una buona idratazione facilita la circolazione), l’assorbimento delle sostanze e, cosa partico-larmente importante, permette l’eliminazione delle tossine che introduciamo e/o produciamo normalmente durante il nostro metabolismo. Quando scegliamo quale acqua bere, dovremmo optare per l’acqua depurata: migliora le condizioni di salute ed aumenta il naturale potere di difesa dell’organismo. Nello speci-fico, sostengo che il sistema di depurazione sia il più efficace, perché riesce a trattenere fino al 99% delle sostanze disciolte nell’acqua. Il sistema ad osmosi inversa è il futuro

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sara pubblicato.